Larniano

Larniano

Chianti Superiore D.O.C.G.
Ai piedi di Villa Larniano si estende il cru Larniano che è composto da un singolo ettaro di vigna piantata nel 1972 e che risulta essere la più vecchia parcella della Tenuta piantata sotto la supervisione di Ezio Morfini. La resa di questa particella di 45 anni è bassa e per questo le uve acquistano la complessità e la concentrazione che solo i vini di questa età possono ottenere. La disposizione dei filari delle vigne sono di fondamentale importanza. Nel cru Larniano i filari sono piantati perpendicolari alla direzione di massima pendenza per permettere alle piogge estive di penetrare lentamente nel suolo, piuttosto che scorrere via violentemente. Il Chianti Superiore Larniano è costituito solo dai migliori grappoli di Sangiovese, Canaiolo e Colorino accuratamente selezionati dal cru Larniano. Dopo la fermentazione malolattica in tini di cemento il vino viene fatto riposare per 18 mesi in tonneaux ungheresi. In seguito al successo del Chianti Santa Virginia, che è stato premiato come il miglior vino nella categoria “Chianti Docg” secondo la rivista Decanter per le annate 2013 e 2015, la famiglia Morfini ha deciso di produrre un vino unico, limitato a 1000 bottiglie, selezionando solo i migliori grappoli della migliore particella della Tenuta. Il risultato rappresenta la massima espressione del potenziale dei vini della Tenuta.
  • Uve: 85% Sangiovese, 5% Canaiolo, 10% Colorino
  • Densità di piante: 3000 piante per ettaro
  • Invecchiamento: 18 mesi in tonneaux ungherese
  • Anno di impianto: 1972
  • Forma di impianto della vite: cordone speronato
  • Altitudine: 265 metri
  • Vendemmia: manuale con selezione
Scarica la scheda

Decanter 2017 “A soft floral fruity nose, with a plate of cranberry, black fruit with sandalwood and coffee complexity, lovely long finish” – 90 points – Decanter 2017

 

2017 Jancin Robinson 16,5/20 Vintage 2014 N. 1 in the Chianti Category for the 2014 Vintage “Impenetrable dark ruby. Deep dark fruit nose with exotic, sweet wood notes. Intriguing, exotic dark fruit with hints of damp earth. Unpolished drying tannins but the fruit’s power absorbs this effortless on the finish. There is a hint of exotic spice that is very unusual and a little confusing, but personality it has. I would love to see this take on more age” – 16,5 Points – Jancin Robinson